Archivi categoria: Rassegna stampa

Il ritorno del Villazza Rock, stasera all’Osteria 150 in Campo Marzo

Questa sera dalle 21 a notte fonda una festa a base di musica elettronica e birra. Sarà presentata l’associazione che vuole riportare a San Lazzaro lo storico “Villazza Rock” nell’estate 2012.

Ultima serata di apertura per l'Osteria 150 a Campo Marzo

Potrebbe essere il 2012 l’anno buono per il ritorno del miticoVillazza Rock, la prima festa rock organizzata a Vicenza, fra San Lazzaro e Villaggio del Sole. La festa musicale inaugurata nel giugno 1990 grazie all’impegno gratuito dei ragazzi del quartiere ha chiuso i battenti nel 2003, quando è venuta meno la disponibilità del prato di via Cavalieri di Vittorio Veneto da parte del Comune. Ora un gruppo i ragazzi sta riformando l’associazione, e vuole riportare in auge un appuntamento dell’estate al cui modello negli anni successivi si sono ispirate le numerose feste rock dei quartier, una particolarità unica dell’estate berica.

Questa sera all’Osteria 150 in Campo Marzo, dalle 21 a notte fonda, c’è una serata speciale proprio per presentare il progetto Villazza. Ci sarà musica assicurata dai Dj Mr Gimma, Dj-Dub e Dub Zep, con videoproiezioni di Tazzi. Elettronica per tutti i gusti, dall’electroclash alla dubstep, per la serata che conclude la stagione di apertura dell’Osteria 150. Ci sarà tanta birra, come spiegato nel divertente video che presenta l’evento e che sta spopolando su Facebook.

Questa sera dalle 21 a notte fonda una festa a base di musica elettronica e birra. Sarà presentata l’associazione che vuole riportare a San Lazzaro lo storico “Villazza Rock” nell’estate 2012.

di Redazione 21/08/2011

Miss Chain, il “surf” del Duemila

DAL VIVO. Nell’area concerti dell’Osteria 150 di scena anche il giovane “one-man-band” Panda Kid.

Un’ora di ottimo rock con la cantante vicentina e i suoi Broken Heels a Campo Marzo. Lo stile Beach Boys rivisitato in chiave brit.

Il surf garage è approdato in Campo Marzo a Vicenza, nell’area concerti dell’Osteria 150, il ritrovo nel parco cittadino che grazie a Festambiente sta ridando un po’ di “vita estiva” alla zona verde. La serata ha visto sul palco Miss Chain & the Broken Heels, formazione che, secondo la loro biografia, mette assieme “rawdy pop, Sixties beat e sogni Eighties”. Il che, tradotto, vuol dire surf & r’n’r suonati secondo gli anni Duemila, con in più un’attitudine “brit” che dà al tutto un’atmosfera particolare. Fate conto di portare i Beach Boys quarant’anni più avanti e traslocarli in Gran Bretagna…
ONE MAN BAND. Ad aprire la serata, dopo le 22 (ma non si poteva iniziare prima, visto che alle 23.30 bisogna spegnere e i vigili erano dietro al mixer a controllare…?) è stato Panda Kid, giovane musicista “one-man-band” singolare espressione di punk/garage/folk/pop/noisy che, con chitarra, voce, grancassa e charleston/cembalo ha espresso una ventina di minuti di apparente caos musicale. Senza dubbio i Ramones hanno avuto un’importanza fondamentale nella vita artistica del musicista. L’idea non è male, ma forse bisognerebbe accordare meglio la chitarra, curarne un po’ più il suono (un Fender saturato così così è quanto di peggio si possa sentire…), cantare in maniera un poco meno forzata. La base c’è, un po’ di “regolatezza” in più e ci siamo…
ANNI RUGGENTI. Miss Chain, in realtà Astrid Dante (alla voce e chitarra), vicentina, è una sorta di Dr. Jekyll e Mr. Hyde, che si trasforma quando sale su un palco. Al suo fianco da citare prima di tutto Disaster Silva, anch’egli vicentino, ottimo alla chitarra e all’organo Farfisa, e una rocciosa ma fantasiosa sezione ritmica, con i fratelli Franz e Brown Barcella al basso e batteria.
Il piglio della voce di Miss Chain è decisamente r’n’r a stelle e strisce, mentre la musica dei suoi Broken Heels vira spesso e volentieri nel brit, con risultati sorprendenti. Non stupisce perciò che i loro primi successi siano stati proprio fuori dall’Italia e nella patria stessa (gli Usa) del surf, che hanno saputo caratterizzare in maniera molto particolare.
Un esempio eclatante è stata quella “Then he kissed me” che, resa famosa a metà anni ’60 dai Beach Boys col titolo di “Then I kissed her”, è stata presa probabilmente dalla prima versione delle The Crystals, anche se svecchiata e resa molto più attuale. Anche i brani della band stessa hanno testimoniato questo approccio: il piglio, la musicalità e l’energia della loro musica si rifanno senza dubbio agli Anni Ruggenti, ma con sonorità (molto ben curate) che ci portano direttamente alla nostra epoca.
Peccato, neanche un’oretta di concerto, bis compresi, concessi dalla band in cambio di quattro birre, prontamente fornite dallo staff dell’organizzazione.

Sabato 20 Agosto 2011 SPETTACOLI, pagina 50, Stefano Rossi, Il Giornale di Vicenza.

Miss Chain & The Broken Hells serata di pop e beat sognanti

Sul palco anche la one man band garage di Vicenza Panda Kid per uno show di sicuro impatto

In primo piano Miss Chain, ossia Miss Astrid Dante (chitarra e voce)
VICENZA
Serata a tutto rock quella di domani, martedì 16 agosto, all’Osteria 150, il ritrovo in Campo Marzo. Protagonisti del concerto saranno una “one man band” di Vicenza e una formazione veneta che sta riscuotendo un bel successo in Italia, Europa e negli Usa, dove hanno tenuto una tournée.
La serata dunque sarà aperta da Panda Kid, è one man band garage di Vicenza. Lo stile espresso combina influenze folk, pop, happy noisy e super fuzz rock’n’roll.
Miss Chain & the Broken Heels è invece una rock’n’roll band tra le più affermate della regione. Miss Chain, ovvero Miss Astrid Dante (voce e chitarre) è una performer che sarà accompagnata da Disaster Silva (chitarra) e i Barcella Bros (Franz al basso e Brown alla batteria) con i quali è stato creato un singolare melange di rough-edged pop, beat anni ’60 e atmosfere sognanti alla Eighties che da qualche tempo ormai stanno portando in giro per il mondo. Alle 21. S.R.
Il Giornale di Vicenza, Lunedì 15 Agosto 2011 SPETTACOLI, pagina 41

All’Osteria 150 brindisi con l’ “interculturalità”

RASSEGNE. Tanti gli appuntamenti al punto ristoro di Campo Marzo – Questa sera un reading poetico-musicale con Patrizia Laquidara, Enio Sartori e Andrea Neresini

Alessandra Agosti

Fioccano gli appuntamenti organizzati dall’Osteria 150 di Campo Marzo, punto di ristoro e di eventi culturali attivo dal 1° luglio scorso, nell’ambito del progetto comunale Estate Qui.
Molto ricco il calendario delle prossime settimane, con appuntamenti quasi quotidiani fino al 21 agosto, presentati da Walter Ronzani, tra i responsabili dell’Osteria 150, dall’assessore comunale alla Cultura Francesca Lazzari (anche a nome del collega all’ambiente, al verde urbano e alla sicurezza, Antonio Dalla Pozza), dal presidente di FestaAmbiente Aldo Prestipino e dal consigliere della Cooperativa Insieme Marina Fornasier. Unanime la soddisfazione per come stanno andando le cose in questa oasi al limitare di Campo Marzio, luogo di ristoro, di spettacolo, di recupero di questo difficile spazio cittadino, di aggregazione e di reciproca conoscenza anche tra culture diverse.
Nel segno dell’interculturalità e di un’Italia da 150 anni unita nella diversità prosegue dunque il cartellone, che oggi propone uno dei suoi appuntamenti più attesi: il reading poetico-musicale che avrà per protagonisti, alle 21, la voce incantata di Patrizia Laquidara, di scena con brani del suo ultimo album “Il canto dell’anguana”, e i racconti di Enio Sartori, che dell’album è autore dei testi; con loro anche il musicista Andrea Neresini.
Domani, sempre alle 21, toccherà invece ai Batterfree (jazz fusion), mentre sabato 30 luglio spazio a “The Hip Hop Minds Revolution”: alle 19 aperitivo con la performance del writing Nolac e Dj set Hip Hop Funky; dalle 21 concerti di Venom e Disco, Mo’rox e Croce, Superficie Ruvida, Sweet Poison e Dj Wadi-The Rap & Scratch Show.
Tre, nel cartellone, gli appuntamenti firmati direttamente dall’assessorato alla Cultura. Il primo sarà, domenica 31 luglio alle 21, il concerto del celebre sassofonista Daniele Sepe e di Marzouk Mejri (voce, nej e percussioni), affiancati da Tommy De Paola alle tastiere, Marcello Giannini alla chitarra elettrica e Salvatore Brancaccio al basso elettrico. In caso di pioggia, tutti all’Astra. A seguire, il 2 agosto “Versi-di-vini” con Theama Teatro e il 15 festa di ferragosto per chi resta in città.
Per il resto, davvero numerose le occasioni di svago e di interesse, sulle quali ci si può tenere aggiornati anche attraverso il blog “osteria150.wordpress.com”. Giusto qualche segnalazione, allora.
Sul fronte della scrittura e dell’attualità, giovedì 4 agosto appuntamento con lo storico Giovanni De Luna, curatore della mostra torinese “Fare gli italiani”, cui faranno seguito domenica 7 gli autori iraniani Morteza Latifi Nezami e Reza Rashidy (alle 19 previsto anche un aperitivo con bevande tipico di questo Paese) e ancora, mercoledì 17, gli scrittori Giuseppe Culicchia, di scena con il suo romanzo “Ameni inganni”, e Roberto Ferrucci, che venerdì 19 presenterà il suo “Sentimenti Sovversivi”.
Tra tanta musica per tutti i gusti, spazio anche alle performance teatrali. Venerdì 12 agosto si comincia con Andrea Dellai, della compagnia Musa Fragile, di scena con lo spettacolo sul tema della diversità “Ho imparato vivendo”; a seguire, giovedì 18 Sara Tamburello in “Storia di un uomo quasi morto” e sabato 20 (alle 19) Davide Dal Prà ne “Le origini del mondo”, con l’accompagnamento musicale di Andrea Saccardo. Salvo diversa indicazione, gli spettacoli iniziano alle 21 e sono tutti a ingresso libero. L’Osteria 150, grazie all’impegno di un gruppo di giovani, è aperta tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 18 alle 2 di notte.


Patrizia Laquidara in concerto pochi giorni fa a Sommacampagna

Giornale di Vicenza, Giovedì 28 Luglio 2011 SPETTACOLI, pagina 47

Una sera al Campo

Nella grande area verde nel centro città una serie di spettacoli

Ultimo fine settimana di luglio e Vicenza propone una serie di appuntamenti per chi vive l’estate in città; moltissime le opportunità di shopping e momenti di gusto ma anche occasioni culturali, di musicae, cinema e molto di piu’
Ricordiamo innanzitutto che da giovedì 28 luglio a mercoledì 3 agosto a Campo Marzo a fianco del chioschetto della Biblioteca Bertoliana per «EstateQui 2011» c’è «L’Osteria 150: una, nessuna, centocinquanta Italie», si tratta di un progetto, promosso dall’assessorato all’ambiente, al verde urbano e alla sicurezza che intende celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia attraverso una serie di incontri letterari con gli autori, concerti di vario genere, feste multietniche, danze, laboratori per bambini, ma nono solo.
Questo il programma: giovedì 28 luglio alle ore 21.00 Patrizia Laquidara e Enio Sartori presenteranno «La voce del desiderio, il canto dell’Anguana»
Venerdì 29 luglio, ore 21.00 il concerto dei «Batterfree» (Jazz fusion) .
Sabato 30 luglio «The Hip Hop Minds Revolution». A partire dalle 19.00 aperitivo con la performance di Nolac (writing) e Dj set Hip Hop Funky, dalle 21.00 i concerti di Venom e Disco, Mo’rox e Croce, Superficie Ruvida, Sweet Poison e Dj Wadi The Rap & Scratch Show.
Martedì 2 agosto dalle ore 17 animazione per bambini a cura di Arciragazzi
E ancora martedì 2 agosto La Piccionaia – I Carrara alle ore 21 in Campo Marzo «Versi DiVini», reading teatrale con accompagnamento musicale dal vivo con Anna Zago, Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Daniele Berardi
Alle tastiere Roberto Jonata
Regia di Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese
A cura di Theama Teatro
Ingresso libero
Info: http://www.osteria150.wordpress.com .
Per gli appassionati di cinema proseguono in città al Patronato Leone XIII e ai Chiostri di Santa Corona le rassegne di cinema all’aperto.
Nei rispettivi siti il calendario dei film in programmazione, con orari e costi.
Una veduta di Campo Marzo, teatro di molti eventi estivi.
Il Giornale di Vicenza, Mercoledì 27 Luglio 2011 , pagina 14, Speciali

In Campo Marzio Art Of Noises Festival


Opere di videoarte e tanta musica dal vivo
Questo week end campo Marzio a Vicenza sarà animato dagli spettacoli della rassegna “L’Osteria 150: una, nessuna, centocinquanta Italie”. Il progetto intende celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia attraverso una serie di incontri letterari con gli autori, concerti di vario genere, feste multietniche, danze, laboratori per bambini, ma nono solo.
Questo venerdì si potrà assistere all'”Art Of Noises Festival”: alle 19.00 ci sarà un aperitivo a tema e la proiezione delle opere di videoarte di John Withney (a cura di Cinecoso); poi alle 21.00 tanta musica con i concerti di Schiele (indie rock) e Mangia Margot (sperimentale).
Sabato invece, dalle 17.00 alle 23.00, sarà “RI-CICL-ART”, una giornata dedicata alle arti performative con performance dal vivo e laboratori per i bambini.
In serata aperitivo artistico e dj set.
Il Giornale di Vicenza, Mercoledì 20 Luglio 2011

Giovanni De Luna autore di “La Repubblica del dolore, le memorie di un’ Italia divisa”

Incontra il pubblico in occasione di FestAmbiente Vicenza con il contributo di AIM e del Comune di Vicenza il 04/08/2011 alle ore 21:00 presso Osteria 150, Campo Marzo a Vicenza.

Giovanni De Luna insegna Storia contemporanea e Fonti iconografiche e audiovisive per la ricerca storica all’Università di Torino. Ha curato, insieme a Walter Barberis, la mostra Fare gli Italiani, allestita a Torino per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Tra le sue pubblicazioni più recenti: La passione e la ragione. Il mestiere dello storico contemporaneo (Bruno Mondadori 2004),Storia del Partito d’Azione (Utet, nuova edizione 2006), Il corpo del nemico ucciso. Violenza e morte nella guerra contemporanea (Einaudi 2006). Per Einaudi ha curato L’Italia del Novecento. Le fotografie e la storia (2005-2006). Con Feltrinelli ha pubblicato Le ragioni di un decennio. 1969-1979. Militanza, violenza, sconfitta, memoria (2009).

 

http://www.feltrinellieditore.it/SchedaAutore?id_autore=1000901